L’arbitro non fa il monaco

rizzoli

Nicola Rizzoli, il miglior arbitro italiano di calcio

C’è una domanda che mi ronza in testa da circa 20 anni. Da quando, cioè, il mio talento sotto il livello di decenza e la mia lungimiranza sopra la media favorirono il mio prematuro trapasso da sportivo scarso ad allenatore medio. La domanda è: perché uno sportivo nelle mie stesse condizioni decide di diventare arbitro?

Continua a leggere

Giacomino, tu vuoi fa’ l’americano

PALLOTTAPIC

James Pallotta spiega ai tifosi romanisti di andare in quel posto

 

Caro Giacomo Franco Pallotta, siamo quelli di Infamedipalla e vorremmo educatamente farti notare che hai detto una cazzata. Non sappiamo se hai ragione o meno e non ci interessa, ma hai sbagliato la mossa, l’uscita, la sparata. Cioè, da un punto di vista strategico, hai tecnicamente pisciato di fuori.

Continua a leggere

Ferrero, cordialmente sul culo

massimo_ferrero

Er Viperetta si prepara al morso

 

Ho diffidato di lui fin dall’inizio. Mentre una serie A sempre più depressa ne faceva immediatamente uno dei suoi personaggi copertina, osservavo con un certo sospetto Massimo Ferrero e tutto il suo repertorio di uscite sopra le righe, sparate strampalate e gaffe pericolosissime. Ma sono volubile per indole e garantista per cultura quindi, prima di farmelo ufficialmente e pubblicamente essere indigesto, ho sospeso il mio giudizio per mesi.

Continua a leggere

Lo zen e l’arte della manutenzione dello spogliatoio

Prandelli mentre se ne va a quel paese

Prandelli mentre se ne va a quel paese

 

A luglio scorso, di ritorno dal mondiale brasiliano, Cesare Prandelli avrebbe fatto qualsiasi cosa pur di evitare il linciaggio in patria. Alla disperata ricerca della certezza di non rientrare in Italia, stava meditando di andare in India e sparare a due pescatori quando, nella sorpresa di tutti, arrivò la proposta da parte del Galatasaray.

Continua a leggere