L’oroscopo infame: Acquario

(21 gennaio – 19 febbraio)

Stiamo quasi per finire il nostro giro sugli astri: siamo arrivati all’undicesimo segno dell’astrologia occidentale, l’Acquario. In questo segno, secondo lo schema dei domicili tolemaici, il Sole si trova in esilio, il pianeta dominante è Urano, l’elemento è l’aria, la qualità è fissa, il genere è maschile.

Per tratteggiarne un profilo astrologico il più possibile preciso, faremo il solito ricorso ai nostri testimonial sportivi. E questo segno ne ha una tale quantità, e di una tale qualità, che per sceglierli abbiamo deciso di richiedere la consulenza di un sagace selezionatore, che peraltro è anche un grande Acquario: Cesare Maldini (05/02/32). Il nostro che ci ha raccontato tutti ma proprio tutti i segreti del suo segno e ci ha aiutati nelle convocazioni.

1

Quando diciamo grande Acquario ogni riferimento a problemi di incontinenza di Cesarone è casuale

Uno dei tratti distintivi dell’Acquario è la serenità e l’approccio zen alla vita e alla professione: calma, pace interiore, tranquillità appartengono a questo segno più che a ogni altro e consentono all’individuo Acquario di stare sempre bene con se stesso.

2

John McEnroe, nato il 16/02/1959, Acquario, alla prese con una posizione yoga

Non è un caso che molti nati sotto questo segno abbraccino le discipline buddhiste e non è un caso che ne traggano indubbi benefici nelle relazioni. In coppia, con gli amici, al lavoro: un Acquario avrà sempre la simpatia e l’appoggio di tutti, soprattutto dei propri diretti superiori. Un esempio? Roberto Baggio (18/02/67), amatissimo da ogni singolo allenatore con cui ha lavorato.

3

Il Codino con il mister con cui ha legato maggiormente, in uno dei tanti momenti di afflato

Conseguenza ovvia di questa spiritualità che pervade l’individuo Acquario è la volontà di sentirsi sempre in contatto con la Divinità, e la tendenza a invocarla ogni volta che può.

4

Gigi Buffon, nato il 28/01/1978, Acquario, mentre ringrazia il Cielo per quanto si sente fortunato

Ma attenzione! Non fate l’errore di scambiare tutta questa pace interiore e spiritualità per sprovvedutezza. Perchè all’Acquario, statene certi, non scappa niente ma proprio niente. Insomma, non gliela si fa sotto il naso.

6

In una foto, tutta l’arguzia di Carolina Kostner (08/02/83) nei confronti del suo ex compagno Alex Schwazer

Un altro aspetto peculiare dei nati sotto questo segno è la capacità di tenere sempre la situazione emotivamente sotto controllo e di non farsi influenzare da niente e nessuno. Pensate a Michael Jordan (17/02/63): aveva detto che si ritirava, gliel’ha chiesto il mondo di tornare ma lui niente. Fermo sulla decisione presa.

5

Il numero 23 dei Bulls mentre volta le spalle a un suo possibile rientro in campo. Perchè indossa il 45? Ehm…

Del resto, l’individuo Acquario è persona molto razionale ed estremamente attenta nelle scelte di vita che lo riguardano. Pondera molto le opportunità di carriera e questo gli consente di abbracciare sempre e solo progetti vincenti.

8

Valentina Vezzali, nata il 14/02/78, Acquario, la volta in cui decise di entrare in politica dalla porta principale

E statene certi: un Acquario ha una tale voglia di affermarsi che lavorerà con tutto se stesso per raggiungere la grandezza che ritiene gli appartenga.

7

Adriano Leite Ribeiro, nato il 05/02/85, mentre mostra dove l’ha portato la sua enorme fame per il successo. E non solo per il successo.

Però, però… c’è sempre un però. Non pensate che un Acquario, solo perchè è un individuo sempre in equilibrio con se stesso e gli altri, di grande spiritualità, fermo e deciso, nello stesso tempo razionale e molto caparbio, non abbia il suo tallone d’Achille. In questo caso è la sindrome dell’abbandono, e cioè lo scoramento e la sensazione di tristezza che pervade chi viene lasciato dal partner. In alcuni raggiunge un livello davvero patologico, basti pensare a Cristiano Ronaldo (05/02/1985) e a quello che sta passando dopo la rottura con Irina Shayk.

9

Ecco CR7, inconsolabile mentre piange sulla spalla della modella Alessandra Ambrosio

Noi siamo certi, questo mese più di altri, di aver centrato alla perfezione il profilo astrologico dell’Acquario. Certi a tal punto che nessuno possa fare meglio di noi. Scommettiamo?

10

No, Beppe… lo sappiamo che tu sei esperto (intendiamo del segno in questione essendo nato il 17/02/68), ma scherzavamo!

G. M.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...