Salgono in corsa sul carro di Sarri, feriti 46 giornalisti

Il veicolo poco prima dell'incidente

Il veicolo poco prima dell’incidente

 

Fonte ANSIA – Sfiorata tragedia a Napoli: il mezzo guidato da Maurizio Sarri, già ampiamente sovraffollato nelle ultime settimane, è stato oggetto di un vero e proprio assalto, nella mattinata di martedì, da parte di giornalisti e opinionisti sportivi.

Nonostante da qualche tempo a bordo non ci stia più uno spillo, gli ultimi ancora a terra, pur di trovare posto, hanno provato ad appendersi alle maniglie esterne del veicolo in corsa. Una soluzione estrema pur di salire sul carro del vincitore, ma molto pericolosa. Soprattutto perché il veicolo, che in estate aveva iniziato la sua corsa mezzo vuoto, e in settembre si era ulteriormente svuotato (diversi passeggeri avevano chiesto al conducente di accostare per scendere), non era pronto a un tale sovraccarico.

Solo la guida salda del conducente ha evitato il ribaltamento del mezzo e l’incolumità dei passeggeri a bordo. Tuttavia, dopo alcuni giorni in precario equilibrio, per alcuni degli impavidi ultimi assalitori non c’è stato un epilogo positivo. Le maniglie non hanno retto e 46 di loro sono caduti rovinosamente in strada.

Fortunatamente nessun contuso serio, solo qualche escoriazione guaribile in pochi giorni. E più di un commentatore e cronista in evidente stato confusionale, accompagnato al pronto soccorso perchè delirante: “L’Inter gioca un gran calcio”, “Hernanes, che colpo!”, “Romagnoli è il nuovo Nesta”, “È l’anno della Roma”. I medici hanno spiegato che il trauma spesso fa perdere la memoria recente e rimanda la mente a tre o quattro mesi prima.

A seguito dell’accaduto, la società di trasporti S.S.C. Napoli, proprietaria del carro, ha appena diramato un comunicato: “Si comunica ai Sigg. Giornalisti interessatisi di recente al nostro conducente che i posti a bordo sono esauriti. Inoltre, tutti coloro che siano saliti sul carro dopo il 01/10 sono pregati di accomodarsi a terra alla prossima fermata. Possono proseguire la corsa sul mezzo messo loro a disposizione dalla società di trasporti pubblici San Tommaso S.p.A., leader nel trasporto su gomma di miscredenti e voltagabbana. O in alternativa attaccarsi al tram”.

G. M.

 

PHOTO CREDITS: http://goo.gl/jUpDVq

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...