Aldo for bresidend

 

Biscardi esulta per il Colle

Biscardi esulta per il Colle

 

Non che sia stato un fulmine a ciel sereno. Se ne parla da tempo ma dopo il saluto alle Alte Cariche dello Stato di due giorni fa è ormai certo: Giorgio Napolitano si è rotto le palle di fare il barometro di un clima istituzionale schizofrenico, di difendere l’indifendibile in giro per la Penisola e di schivare le randellate nei denti degli hooligans della politica.

Uscito dal Salone dei Corazzieri dopo gli auguri di Natale, il Presidente ha chiamato Clio e, con un entusiasmo che neanche il Beppe Bergomi di “Andiamo a Berlino!” nel 2006, le ha detto di inizare a preparare le valige, che ci si va a godere la pensione in Costiera. Quindi ora parte l’infinito toto-nome, e noi invece di subircelo annoiati e inermi abbiamo preferito godercelo divertiti e proattivi.

Per essere certi di fare un buon lavoro, abbiamo provato a coinvolgere alcuni esperti del nostro settore: abbiamo cercato Stu Inman, il GM dei Portland Trail Blazers che nel draft del 1984 preferì tale Sam Bowie a Michael Jordan. Ma pare abbia aderito al programma protezione testimoni FBI e, dopo aver cambiato i connotati, sia definitivamente irreperibile. Ci siamo messi in contatto con Brendan Rodgers, l’uomo che ha pensato di sostituire Suarez con Mario Balotelli, ma era momentaneamente impegnato con la terapia dallo psichiatra. Non contenti, abbiamo scomodato Roy Hodsgon, colui che fece cedere Roberto Carlos perchè credeva fortemente nel suo sostituto, Alessandro Pistone, ma era in preda a una sbronza molesta che dura dal 1996. Quindi abbiamo dovuto fare da noi.

Dopo una full immersion che neanche il tenente Kaffee e il capitano di corvetta Galloway quando preparavano l’udienza finale in Codice d’Onore, siamo arrivati alla comune determinazione. E il nostro nome per il Quirinale è Aldo Biscardi.

Invece di sbellicarvi dalle risate, pensateci un attimo: in questa fase così convulsa serve un uomo che unisca e pacifichi tutte le anime della Penisola? Benissimo, Biscardi metterebbe d’accordo tutti. Renzi sarebbe senza dubbio rassicurato dal fatto che Aldone non ha niente di rosso, ormai anche i capelli tendono sempre più al carota elettrico. Quanto a Berlusconi, quante volte durante il Processo ha dato spazio ai collegamenti telefonici da Arcore? Una garanzia totale di dialogo e apertura verso il Cavaliere. E vogliamo parlare del feeling che avrebbe con i 5 Stelle, paladini delle nuove tecnologia, uno che da quindici anni porta avanti una crociata sulla moviola in campo? Anche Salvini sarebbe contento di avere come Presidente uno che nella sua carriera ha visto un sacco di volte l’Italia uscire dall’Euro.

Ce lo immaginiamo già, a condurre le prossime consultazioni. Addio alla solita staffetta tra i leader politici che salgono al Colle. Diretta tv, l’intero arco parlamentare in contemporanea e lui che, mentre tutti si accapigliano, con lo sguardo sornione e la bonazza alla sua destra, gongola: “Non parlate tutti insieme, al massimo due o tre per volta.”

G.M.

 

PHOTO CREDITS: http://www.tvblog.it/post/371843/il-processo-del-lunedi-aldo-biscardi-lascia-7gold-e-trasloca-su-t9

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...